Grotte dimenticate

Grotte, rifugi, tombe, cantine e passaggi sotterranei sono alcune delle tipologie di ambienti ipogei, scavati sotto il suolo, che si incontrano facilmente nei borghi e nella campagna tra il Chianti e la Val d’Elsa, specialmente dove si trovano spessi strati geologici di arenaria, chiamata comunemente dagli anziani “tufo”(anche se il termine è errato).

cantinaLa scoperta di ambienti nel sottosuolo ha sempre suscitato un certo fascino e tante fantasie già da tempi antichi. J.Boardman in Archeologia della nostalgia, come i greci reinventavano il loro passato (Mondadori ©2004) riporta l’immagine di un modellino in argilla proveniente da Archanes presso Cnosso, databile circa all’800 a.C., raffigurante probabilmente il ritrovamento di una tomba a tholos da due uomini in compagnia del loro cane (trovate l’immagine sul web). Il ritrovamento di passaggi sotterranei o addirittura tombe antiche ha da sempre fornito l’occasione per rafforzare il legame tra la comunità locale e le sue più profonde radici storiche e culturali.

Sono ancora vive non poche credenze popolari di mitici passaggi sotterranei che sarebbero serviti in passato a collegare luoghi anche molto lontani fra loro, ma appartenenti nella cultura popolare ad un unico contesto identitario locale. Fra questi ricordo il passaggio utilizzato dai semifontesi sotto assedio, nei primi anni del 1200, individuato dalla tradizione popolare nella bocca dei una delle fornaci da laterizi nei pressi di Petrognano, detta fornace La volpe.

Grotte

Fornace La Volpe

Nella nostra attività di documentazione delle emergenze archeologiche ed antropologiche del territorio abbiamo individuato decine di manufatti sotterranei fra grotte, cantine, rifugi, oltre alle necropoli etrusche già conosciute in passato. Alcuni di questi ambienti risultano completamente dimenticati dalla memoria degli abitanti e necessitano, insieme a quelli di cui si hanno maggiori informazioni, di una mappatura propedeutica ad uno studio.

Se siete a conoscenza di credenze relative ad ambienti sotterranei, grotte, rifugi o fonti potete darne comunicazione commentando questo post oppure contattandoci tramite le nostra email: archeoachu@gmail.com Grazie

 

grotte rupestri Chianti

ingresso-grotta