LOGO SOPIl progetto Semifonte open park si propone di realizzare una rete di conoscenze, competenze, relazioni commerciali, collaborazioni tra associazioni non profit sociale, culturale e con gli enti locali, finalizzata alla gestione sostenibile dei beni culturali ed ambientali. Il progetto, che si articola su tre direttrici fondamentali, quella sociale, economica ed ambientale, investe unarea abitata d’interesse storico-archeologico e paesaggistico al centro della Toscana, assumendo come elemento base il sito di Semifonte, posto tra Comuni di Barberino Val dElsa e Certaldo (FI). L’area si trova tra i poli turistico-culturali di Firenze, Siena e San Gimignano, a cavallo fra il Chianti e la Valdelsa, dove, un tempo, la via Francigena incrociava la via Volterrana.

La logica progettuale trae spunto dallopen business e dallo sharing heritage applicati prima al mondo reale che a quello del web.

Questo progetto abbandona il concetto di parco/museo come spazio chiuso, con accesso regolamentato a pagamento. Semifonte Open Park è soprattutto unarea aperta, diffusa, a cui tutti possono accedere fisicamente e non, condividendone i contenuti storici, ambientali, archeologici, antropologici. Di essa gli storici dicono sia uno dei pochi miti locali ancora vivi tra gli abitanti, di fatto, ciò costituisce un forte elemento identitario locale.

La storia madre è quella del castrum filo-imperiale di Semifonte, che dalla fine del XII sec. avrebbe  minacciato gli interessi della vicina Firenze e, per questo, appena 20 anni dopo la fondazione, dopo una eroica resistenza, fu rasa al suolo. Connessi a questa vicenda sono alcuni monumenti successivi, come la Cappella di S. M. Arcangelo, la fonte di S.Caterina, le case-torri di Petrognano  oltre ad antichi culti popolari venerati ancora oggi. La tradizione locale custodisce da generazioni la storia di Semfonte e conferisce valore all’esperienza della visita per chi viene da fuori. Ciò, rende possibile un progetto di parco aperto, in cui la comunità locale, singoli operatori, soggetti privati e pubblici del territorio si inseriscono in una logica di rete per alimentare il ciclo virtuoso dello sviluppo sostenibile, ponendo al centro proprio i beni culturali e ambientali. Fra le attività chiave del progetto vi sono il volontariato attivo, lattività di fundraising/people-raising, lorganizzazione di servizi turistici, la raccolta di racconti e credenze locali, la promozione della ricerca scientifica e tutela del patrimonio.

I PROSSIMI PERCORSI TREKKING

SSilvestroweb

Bellissimo itinerario tra storia e natura nel territorio del Chianti, percorrendo un tratto della via Sanese, l’antica strada usata dai pellegrini per raggiungere Siena e la via Francigena. Percorso ad anello. 

PER INFO VAI A CONTATTI

Briglie web

Una piacevole escursione lungo i sentieri dell’Agliena, un piccolo torrente nel cui alveo fu realizzato, in epoca medievale, un complesso sistema di briglie volte a rallentare il deflusso tumultuoso delle acque piovane ed a creare piccole riserve idriche da utilizzare nei periodi di siccità. Il sistema idraulico fu studiato da Leonardo da Vinci, che ne lasciò memoria nel Codice Leicester (oggi Codice Hammer), in un suo scritto intitolato “Metodi per evitare l’erosione degli argini dei fiumi”.

PER INFO VAI A CONTATTI

strada niccolo

 Un facile percorso sul colle di Semifonte, dalla cappella di San Michele Arcangelo all’antico borgo di Petrognano, che conserva alcune bellissime case torri duecentesche. Percorso ad anello.

 PER INFO VAI A CONTATTI